Coronavirus, seconda ondata – il CSA chiede al Consiglio federale di rafforzare le misure a partire dal 19 dicembre 2020 per proteggere tutte le generazioni.

Finora, la Svizzera ha evitato le chiusure nazionali per salvaguardare la propria economia. Ma, come in Svezia, le misure adottate non sono state sufficienti. Il tasso di mortalità è in aumento e i letti per la terapia intensiva sono a pieno regime. È necessario adottare misure più drastiche per proteggere la totalità della popolazione.

leggi… Coronavirus, seconda ondata – il CSA chiede al Consiglio federale di rafforzare le misure a partire dal 19 dicembre 2020 per proteggere tutte le generazioni.

Il Consiglio svizzero degli anziani esiste dal novembre 2001 e funge da organo consultivo del Consiglio federale per le questioni dell’anzianità.

Il Consiglio Svizzero degli Anziani CSA rappresenta gli interessi economici e sociali delle persone anziane nei confronti della Confederazione, delle associazioni, delle istituzioni, dei media e dell’opinione pubblica.

Di fronte alla preconizzata evoluzione demografica, che prevede una crescita numerica della generazione anziana fino a un quarto circa della popolazione totale, è importante prevedere un assetto “a misura di persona anziana” nell’ ambito delle future disposizioni legislative. Non si tratta di privilegiare le persone anziane, ma di fare in modo che siano tenute debitamente in conto le loro legittime esigenze e aspettative.